Associazione Amicinfermieri - Chi siamo

Amicinfermieri persegue la finalità di solidarietà sociale e di sostegno alla famiglia

Amicinfermieri persegue la finalità di solidarietà sociale e di sostegno alla famiglia nei settori dell'assistenza sociale e socio – sanitaria, socio – educativa, dell'istruzione e formazione a favore degli anziani, disabili, adulti e bambini, per prevenire, ridurre e rimuovere le situazioni di bisogno, di rischio, di emarginazione e di disagio sociale.

Siamo in grado di offrire nel domicilio della persona bisognosa di cure un servizio infermieristico E NON SOLO, a 360°. Inoltre con un affiancamento ed un sostegno alla famiglia attuiamo un attento monitoraggio del processo di cura, offrendo ai familiari o chi per esso (caregiver) un affiancamento nella gestione della cura.

Amicinfermieri è un'organizzazione senza scopo di lucro basata sul volontariato, che opera dal 2011 per l'assistenza del malato nel proprio domicilio.

Nasce per contribuire a dare risposte ai nuovi bisogni socio-sanitari della popolazione legati soprattutto:

  • all'allungamento della durata della vita;
  • all'aumento costante delle malattie cronico-degenerative;
  • al sempre più crescente aumento di pazienti oncologici, o affetti da Alzheimer, Demenza senile, malesseri psicologici;
  • a tutte le varie forme di dipendenze (alcool, gioco, ecc).

La risposta assistenziale a queste nuove patologie invalidanti spesso è parziale e formalizzante, volta a risolvere solo l'organo malato della persona. Amicinfermieri prende in cura la persona bisognosa con una dimensione più olistica, e non solo essa, ma tutta la famiglia o chi sta intorno.

Secondo Amicinfermieri, c'è ancora molto da fare e questo “fare” non può prescindere dall'attivazione di nuovi modelli assistenziali verso una maggiore “presa in carico” della persona bisognosa, andando oltre una logica prestazionale, e non tralasciando di sostenere il caregiver e la loro situazione.

Amicinfermieri porta avanti un modello assistenziale, realizzato sul campo, fatto a misura della persona bisognosa, definendolo “relazionale”, in quanto pone al centro la persona e non la sua malattia, tenendo conto che la persona bisognosa di cure, vive in un contesto familiare e comunitario, che si trova all'interno di una rete di relazioni e connessioni formali ed informali che possono anche essere la causa della malattia.